CHIAMACI 049/8070631
FAI UNA DONAZIONE

Notizie da Amitullo

 

Cari Amici, ci siamo tutti chiesti, in piena emergenza Coronavirus, come sia la situazione nella nostra cara e fragile Adamitullo.
Padre Cesare ci ha scritto di recente una breve lettera che descrive le difficoltà della popolazione in questo preoccupante frangente.
E’ una lettera trasparente, e per questo disarmante, e sebbene disegni uno scenario drammatico non si può fare a meno di sentire la speranza, e la fede che l’hanno dettata.
La condividiamo perché ci motivi a guardare al futuro con necessario ottimismo, anche per i nostri bambini di Adamitullo!

“Carissimo Mauro,
mi ha fatto tanto piacere poter parlare con te (che sei ancora a Dubai) della situazione in cui ci troviamo anche qui in Etiopia a causa del coronavirus

La situazione qui è abbastanza sotto controllo. I casi di coronavirus sono abbastanza contenuti, ma temo sia anche perchè non c’è completo controllo della situazione.

Speriamo e preghiamo perchè la situazione non diventi una tragedia essendo le strutture sanitarie in Africa alquanto povere…

Già da un po’ di tempo, qui in Etiopia, le scuole sono chiuse, compresa la nostra scuola di Adamitullu.
Cerchiamo, per quanto possibile, seguire gli studenti e gli insegnanti si stanno impegnando per far avere lezioni e compiti agli studenti a casa loro.  Dove è possibile usando il telefonino oppure studenti o genitori vengono a prendere il lavoro per gli studenti alla scuola.

Qui ad Addis Abeba il traffico è molto limitato, pur non essendoci completamente “lockdown”.
Infatti come potrebbe molta gente rimanere a casa quando 6/7 persone vivono in una sola stanza?
Alcune regioni hanno chiuso i confini e quindi difficili i movimenti.
Situazione veramente complicata…

Noi Salesiani stiamo cercando, per quanto possibile, aiutare la gente che vive vicino alle nostre opere. Quasi tutti i nostri centri distribuiscono acqua a coloro che hanno bisogno… sapone…conduciamo campagne di sensibilizzazione, distribuiano “sanitary material, provvediamo “humanitarian help, sopratutto cibo a tanta povera gente che soffre la fame.

Un grosso problema che abbiamo sono i salari dei nostri insegnanti e personale … Prima riuscivano a coprire  una certa percentuale dei salari del nostro personale: insegnanti e altri. Finora, con le rette degli studenti, riuscivamo a coprire circa il 30% delle spese.  Ora molti hanno perso il lavoro… non hanno salario e non possono pagare… Siamo in una situazione finanziaria disperata. Speriamo la situazione non continui per troppo tempo, non sapremo proprio come fare a continuare nel nostro lavoro.

Naturalmente confidiamo nella Provvidenza e siamo sicuri che non ci abbandonerà.

Oltre al virus, al momento in Etiopia, c’è anche il probema della invasione delle locuste/cavallette.
Circa un milione di persone, in Etiopia, hanno bisogno urgente di cibo dopo che le locuste hanno rovinato e stanno rovinando i raccolti. Molti bussano anche alle nostre porte per aiuto di cibo.

E’ una tragedia morire del virus, ma è anche una grossa tragedia morire di fame…

Colgo questa occasione per mandare un appello agli Amici di Adamitullu affinchè continuino ad esserci vicini e sostengano le nostre attività per la scuola e l’aiuto alla gente bisognosa della zona di Adamitullu..

Grazie, carissimo Mauro a te e a tutti gli Amici di Adamitullu per la vostra vicinanza anche in questi tragici momenti.

Un saluto cordiale a tutti con l’assicurazione del nostro ricordo nella preghiera.
Ciao.
Cesare”

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle nostre attività

Ho letto e accetto la privacy policy*

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?